Quantcast

Alfabeto artigiano, torna la manifestazione che valorizza il made in Versilia

Tante iniziative per promuovere i prodotti locali

Per l’anno 2021 l’evento Alfabeto Artigiano festeggia il compleanno in doppia cifra e raggiunge l’importante traguardo dei dieci anni.

Dopo un doveroso slittamento a causa della pandemia dal mese di agosto al mese di ottobre, torna a Seravezza la manifestazione che valorizza l’artigianato artistico del nostro territorio.

Organizzato dalla Cna di Lucca, con la collaborazione della Fondazione Terre Medicee e dell’assessorato alla Cultura del Comune di Seravezza, l’evento si tiene al Palazzo Mediceo per un periodo più lungo rispetto agli anni passati, con l’inaugurazione il 23 ottobre alle ore 16 e la chiusura prevista per il 9 gennaio 2022.

Sarà un periodo di grande fermento per il Comune di Seravezza e, all’interno di Alfabeto Artigiano, è prevista una serie importante di iniziative.

Si parte con il sabato con l’artigiano, workshop dimostrativi con i protagonisti della mostra – spiega Sabrina Mattei, vicepresidente Cna Lucca, curatrice dell’iniziativa – dal 13 novembre fino a metà dicembre e proseguiremo con altre iniziative che presenteremo nelle prossime settimane”.

Confermata la collaborazione con l’Istituto tecnico superiore Mita (Made in Italy Tuscany Academy) di Scandicci, i cui studenti esporranno all’interno della mostra i prodotti preparati durante il corso di formazione. E’ invece il primo anno che Alfabeto Artigiano dà spazio alla Scuola superiore Isi Marconi di Seravezza, a conferma del crescente radicamento dell’iniziativa sul territorio.

Gli studenti dell’indirizzo alberghiero e accoglienza si occuperanno del servizio di accesso alla mostra e al buffet di apertura; i ragazzi dell’indirizzo marmo esporranno nelle sale come le aziende, mentre chi ha scelto l’indirizzo design ha il compito di seguire l’allestimento della mostra e sarà impegnato nelle iniziative collaterali come l’allestimento delle vetrine nel centro storico nel periodo natalizio.

Prima collaborazione anche con Essia, l’associazione nazionale per la salvaguardia e la diffusione della “Manualità colta” e del patrimonio formativo e strumentale delle scuole d’arte.

“Sono veramente felice di rinnovare questa importante collaborazione tra la Cna di Lucca, la fondazione Terre medicee e l’assessorato – dice Vanessa Bertonelli, assessora alla cultura del Comune di Seravezza – Abbiamo accolto con entusiasmo questa manifestazione che sta crescendo sempre di più e che esprime un’eccellenza per il nostro territorio e, come assessore anche all’istruzione secondaria di II grado, non posso che essere contenta della partecipazione a 360 gradi della nostra scuola superiore, l’Isi Marconi di Seravezza”.

“Questa iniziativa calza alla perfezione con il nostro Comune – conferma Lorenzo Verona dello staff del sindaco di Seravezza – che si candida ad essere ricettacolo dell’artigianato locale manifatturiero e artistico di qualità, auspicando che su questo territorio possano riaprire le botteghe dopo il periodo negativo della pandemia”.

Un obiettivo condiviso dalla Cna di Lucca che punta a trasformare la mostra in un momento di interazione forte con il territorio e le sue scuole.

“La serie di iniziative che saranno svolte nel periodo invernale, comunemente più scarso di attività sul territorio – spiega Stephano Tesi, direttore Cna Lucca – tende proprio a dare una caratterizzazione più specifica alla già peculiare attenzione di questo comune verso il mondo artigianale e della piccola impresa”.

Il territorio della Versilia Storica e della Lucchesia in generale si presenta come un territorio estremamente ricco di risorse: dal sistema versiliese del marmo alla grande tradizione manifatturiera, artigianale e industriale dalle attrazioni paesaggistiche e culturali al sistema del turismo e della ricettività.

“In molti casi però – continua Mattei – queste risorse non dialogano a sufficienza e per questo si ritiene opportuno realizzare delle iniziative di promozione territoriale, in cui un ruolo centrale viene svolto dalle produzioni artigianali, artistiche e tradizionali. L’obiettivo è di valorizzare le eccellenze che il territorio offre, con un rapporto tra le tradizioni produttive locali, le realtà storiche, culturali, ambientali del territorio e il sistema turistico e ricettivo”.

In questo contesto l’artigianato artistico e tradizionale si configura come componenti fondamentali dell’offerta turistica, come un vero e proprio “attrattore turistico”.

Nata come Le Mani eccellenze della Versilia per valorizzare l’artigianato artistico del marmo, negli anni questa importante iniziativa si è trasformata in una vera e propria mostra d’arte, una ricca ricognizione delle diverse espressioni artigiane che tiene conto della creatività espressa da questa terra.

Alfabeto Artigiano, che ospita 21 aziende (come le lettere dell’alfabeto, appunto) sarà aperto al pubblico da giovedì a domenica dalle ore 15.30 alle ore 19.30.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.