Quantcast

Fiera di San Biagio a Pietrasanta: ranghi ridotti e più sicurezza

Un evento al quale l'amministrazione comunale non ha voluto rinunciare

Saranno circa 150 i banchi protagonisti della Fiera di San Biagio a Pietrasanta, in programma il 3 e 4 febbraio in centro storico.

“Ci saranno spazi liberi e distanze più ampie fra i singoli espositori – puntualizza subito il sindaco, Alberto Stefano Giovannetti – per tutelare la sicurezza dei visitatori e degli stessi operatori. Senza questi accorgimenti, sarebbe stato impossibile organizzare l’appuntamento”.

Un evento al quale l’amministrazione comunale non ha voluto rinunciare, non solo per onorare una delle figure più amate dai cittadini ma anche per offrire a tutta la comunità un momento di svago, confezionato con attenzione ma non per questo meno genuino.

Completamente sgombera via Mazzini, i banchi saranno dislocati fra le vie Marconi e Oberdan e le piazze Statuto, Matteotti, Carducci e Duomo. I visitatori troveranno generi alimentari come olio, vino, farine, salumi e formaggi, prodotti per il giardinaggio ma non la parte riservata agli animali, esclusa per evitare una concentrazione troppo massiccia di persone. Sarà sostituita, in piazza Matteotti, dai produttori locali Cia e Coldiretti con Saperi e Sapori.

“Il nuovo piano del commercio – spiega l’assessore Francesca Bresciani – ci lascerebbe un buon margine di scelta sulle iniziative collaterali alla fiera. Tuttavia, a causa delle disposizioni legate all’emergenza sanitaria e del criterio di prudenza al quale ci siamo costantemente ispirati, anche su questo punto il nostro raggio d’azione si è drasticamente ridotto”.

Blindata anche la “spunta”: per partecipare, avvisano dagli uffici comunali, è obbligatorio presentare domanda via mail all’indirizzo commercioaapp@comune.pietrasanta.lu.it entro le 18 del 31 gennaio ed essere in possesso di certificazione verde anticovid rafforzata (vaccinazione o guarigione).

Nessuna novità di rilievo riguardo ai banchi dei concessionari, “sostanzialmente gli stessi degli anni scorsi – prosegue Bresciani – nel rispetto della normativa nazionale vigente in materia”. Confermate secondo tradizione, invece, le celebrazioni sacre, il Luna park in piazza della Pesa (da giovedì 27), le visite a ingresso gratuito a musei e mostre d’arte e i menù speciali dedicati alla fiera da enoteche, ristoranti, bar e hotel.

Questi i locali che hanno aderito all’iniziativa, dal 31 gennaio al 6 febbraio: Trattoria Gatto Nero, Osteria La volpe e l’uva, Ristorante Enoteca La Rocchetta, Cantine Basile, Osteria Ristorante La Tecchia, Alex Ristorante Enoteca, Hotel Nuova Sabrina, Ristorante Il Posto, Ristorante Pinocchio, Le Bar ‘A Vins, Enoteca Marcucci.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.