Liberazione, Massarosa ricorda la figura di Angelo Samaia foto

Commemorazione nella sala del consiglio comunale di Massarosa, apposta una targa nella strada per Compignano

Nell’ambito della settimana di iniziative per il 77esimo anniversario della Liberazione bellissima mattinata a Massarosa, iniziata nella sala del consiglio comunale con un ricordo di Angelo Samaia, arrestato a Compignano perché ebreo, deportato e morto in un campo di concentramento.

Hanno aperto il convegno gli interventi della sindaca Simona Barsotti, della presidente dell’Anpi Massarosa Gabriella Paolini e dei consiglieri comunali Federico Lucania e Federico Gilardetti, a cui sono seguiti i saluti del presidente della comunità ebraica di Pisa Maurizio Gabbrielli. Il convegno è poi proseguito con la relazione dello storico e giornalista Nicola Di Nardo, supportato dagli interventi di alcuni familiari Samaia e dallo storico Virginio Monti.

A seguire una partecipata cerimonia di apposizione di una targa commemorativa sulla strada per Compignano vicino a quella che ricorda l’eccidio posta vicino al luogo dell’esecuzione di Amos Paoli.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.