Quantcast

Viareggio e Forte si confermano ‘Bandiera blu’, dopo un anno il premio va anche a Pietrasanta

Quest’anno è stato inoltre inserito un nuovo parametro: impegno sociale e inclusività

Venticinque bandiere blu consecutive per la Versilia e le sue spiagge: la conferma del vessillo a Viareggio e Forte dei Marmi è arrivata questa mattina (10 maggio) nel corso della conferenza di presentazione delle Bandiere Blu 2022 che si è svolta in via telematica tramite una diretta facebook effettuata sul gruppo chiuso Bandiera Blu 2022.

“Viareggio è orgogliosa di essere Bandiera Blu per la 25esima volta consecutiva. Il ringraziamento dell’Amministrazione va prima di tutto alla Commissione che ha ritenuto la nostra Città degna di issare la Bandiera Blu – commenta l’assessore con delega al turismo Alessandro Meciani – ma anche all’ufficio turismo che ogni anno si occupa dell’istruzione della pratica: il processo di valutazione è complesso e il lavoro della Commissione di valutazione è attento e minuzioso. Per l’estate che sta arrivando abbiamo segnali molto positivi dal punto di vista delle presenze turistiche Viareggio e la Versilia sono tra le mete più ambite e più ricercate. La Bandiera Blu è un ulteriore riconoscimento: l’obiettivo adesso è quello di essere all’altezza del progetto. Quindi lavorare per garantire standard elevati a cittadini e turisti, porsi obiettivi sempre maggiori, essere un esempio virtuoso di Comunità”.

Forte dei Marmi si conferma anche uno dei comuni più longevi ad aver ottenuto l’ambito riconoscimento.

“Forte dei Marmi si conferma uno dei comuni più longevi ad aver ottenuto l’ambito riconoscimento. Questa mattina abbiamo ricevuto la trentaduesima Bandiera Blu durante la cerimonia organizzata in diretta streaming da Fee Italia – spiegano l’assessore al demanio e turismo e l’assessore all’ambiente, presenti all’incontro -. Una partenza con il vento in poppa in vista della vicina stagione turistica. Il vessillo blu conferma anche la particolare attenzione data alle politiche ambientali, dalla buona qualità delle acque di balneazione, i servizi offerti sulla spiaggia ai turisti, nonché una corretta raccolta differenziata, la depurazione delle acque, l’educazione ambientale e la mobilità sostenibile”.

Dopo un anno di assenza, ad ottenere la bandiera blu anche Pietrasanta: “Questo riconoscimento è per tutto il nostro sistema-mare – hanno commentato il sindaco, Alberto Stefano Giovannetti e l’assessore all’ambiente, Tatiana Gliori – la cui qualità non è certo mai stata in discussione. Ma ora, grazie alla Bandiera Blu, Pietrasanta e la sua Marina tornano anche formalmente al posto che le spetta: fra le migliori località balneari d’Italia”.

In Italia sono in tutto 210 le località balneari con il mare più pulito e i servizi a cui si aggiungono 82 approdi portuali turistici, per un totale di 427 spiagge che corrispondono, come lo scorso anno, a circa il 10% degli arenili premiati su scala mondiale.

Per aggiudicarsi il riconoscimento occorre disporre di un sistema di servizi completo che la giuria nazionale valuta in base a 32 criteri molto dettagliati e aggiornati di anno in anno: ai dati sulle acque di balneazione si aggiungono altri 32 parametri che ruotano intorno alla gestione del territorio e all’educazione ambientale messe in atto dalle Amministrazioni per proteggere l’ambiente e promuovere un turismo sostenibile. Indicatori spaziano dall’esistenza e dalla funzionalità degli impianti di depurazione alla percentuale di allacci fognari fino alla gestione dei rifiuti passando alle iniziative promosse dalle amministrazioni per una migliore vivibilità nel periodo estivo. E ancora: per la valorizzazione delle aree naturalistiche eventualmente presenti sul territorio, per la cura dell’arredo urbano e delle spiagge e la possibilità di accesso al mare per tutti senza limitazioni.

Quest’anno è stato inoltre inserito un nuovo parametro: l’impegno sociale e l’inclusività, in linea con l’Agenda 2030 dell’Onu per lo sviluppo sostenibile.

“Da sempre la Toscana è ai vertici di questa classifica – spiega il presidente della Regione Eugenio Giani – ma è per noi una grande soddisfazione riconquistare la seconda posizione, grazie all’entrata di Pietrasanta in classifica, proprio nell’anno della vera ripartenza del turismo dopo la pandemia. Bandiera Blu è sinonimo di qualità e la Toscana da sempre offre bellezza paesaggistica insieme ad arte, cultura ed ospitalità. La Regione è al fianco degli operatori per qualificare sempre di più la nostra offerta e migliorare ulteriormente il settore”.

“Un ottimo risultato, ancora una volta, raggiunto soprattutto grazie all’impegno di operatori e amministrazioni che lavorano per offrire a chi sceglie la Toscana una proposta accogliente e completa – ha aggiunto Leonardo Marras, assessore all’economia e al turismo della Regione Toscana – Le Bandiere blu premiano senza dubbio la qualità ambientale delle spiagge, ma anche la qualità dei servizi e della cura delle località: per questo sono un importante elemento di valorizzazione del territorio e di promozione del turismo sostenibile e consapevole sul quale stiamo puntando sempre di più”.

 

 

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.