La nautica fa squadra a Viareggio e punta sull’alta formazione foto

Nuovi soci pronti a sostenere Isyl

I cantieri Overmarine, San Lorenzo, The Italian Sea Group e Tankoa Yachts sono i nuovi international golden members, insieme ad Azimut Benetti che vanno a sostenere Isyl (Italian Super Yacht life) e Gioya – Yachting World School, entrambe sviluppate con la partecipazione di Navigo, centro per l’innovazione e lo sviluppo della nautica. Si è tenuto – ieri mattina a Villa Borbone – il primo incontro tra i soci con la partecipazione dei rappresentanti delle istituzioni (Regione Toscana, Provincia di Lucca, Comune di Viareggio), alla presenza dei soci fondatori e partecipanti della fondazione Isyl e degli studenti dello stesso Isyl/Its.

Per i cantieri di riferimento erano presenti Katia Balducci ad Overmarine e presidente Navigo, Paolo Bertetti vice presidente R&D San Lorenzo, Tommaso Bertuccelli membro del cda The Italian Sea Group, Vincenzo Poerio, ad Tankoa Yachts e presidente Isyl, Gianluca Benedettini capo risorse Umane Benetti.

Obiettivo dell’incontro, intensificare fin dal prossimo autunno, l’affiancamento dell’attività dei Golden members e delle imprese del settore con l’organizzazione di borse di studio e career day, ma soprattutto nella progettazione e nello sviluppo degli stessi corsi sulla base delle necessità esplicitate dall’industria di settore nonché programmare un’attività di formazione che permetta un passaggio dal quinto livello Its al sesto livello di un percorso universitario europeo “aziendale”, al fine di accrescere e facilitare la talent retention e talent recruiting per l’industria e completare la formazione manageriale di respiro internazionale. Una maggiore funzione di indirizzo sulle attività Isyl da parte delle industrie di settore favorirà un più vicino contatto con gli studenti e i loro percorsi di studi sostenendo la possibilità di periodi di “stage” più proficui per aziende e studenti, così come lo sviluppo di colloqui individuali tra imprese e studenti in grado di definire stabilmente quote di nuovi ingressi nel mondo del lavoro al termine del percorso di studi.

Isyl intervenendo su più livelli di formazione direttamente o attraverso partner (formazione tecnica, formazione universitaria, con l’obiettivo di supportare anche la formazione di maestranze) si appresta a diventare un punto di riferimento internazionale nel settore in un momento di strategica espansione dello stesso.

Il programma intrapreso da Isyl è un percorso aperto e inclusivo nella forte convinzione che sul tema della formazione ci sia la necessità e l’opportunità di fare squadra tra le imprese, nell’interesse primo del settore e dei giovani che si apprestano all’ingresso nel mondo del lavoro. Isyl è supportato nelle funzioni di Its dalla Regione Toscana e dal Ministero dell’Istruzione attraverso il Fondo Sociale Europeo ed ha avviato una collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

“A pochi anni dalla sua fondazione, Isyl che è unico Its in Italia specializzato nella nautica da diporto – ha sottolineato Vincenzo Poerio, presidente Isyl – ha lanciato, a partire dal 2022, una strategia triennale con l’obiettivo di rafforzare le dinamiche pubblico private attraverso un più intenso e coordinato rapporto con i soci come l’adesione alla nuova categoria di Golden International Member che sta riscuotendo molto interesse e partecipazione. Isyl è un cantiere aperto e inclusivo che necessita della partecipazione quanto più ampia e internazionale al fine di migliorare la qualità della sua formazione a vantaggio dei giovani e dell’industria di settore. Riteniamo che questo tema sia cruciale per lo sviluppo della nautica da diporto e anche se c’è differenza fra Its ed università per la formazione Isyl e Gioya auspicano una collaborazione sempre più proficua. Ringraziamo i soci aderenti e le autorità locali, regionali e nazionali, così anche la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, per il supporto che ci stanno offrendo”.

“L’incontro odierno – dichiara l’assessora a istruzione, formazione, lavoro, Università e ricerca della Regione Toscana Alessandra Nardini – è un passaggio importante che contribuisce allo sviluppo di Isyl e a quello complessivo del sistema toscano degli Its. Con questa golden membership, Isyl accresce la propria forza attrattiva e la propria autorevolezza, consolidandosi come punto di riferimento per la formazione di qualità nel settore della nautica da diporto. La collaborazione tra fondazioni Its e tessuto produttivo, così come le iniziative di alleanza tra istruzione tecnica superiore e mondo accademico, sono punti centrali della strategia regionale sugli Its. Per questo oggi saluto con favore questo avvio del lavoro di pianificazione. La Regione Toscana fornirà il proprio supporto affinché Isyl e i suoi progetti siano sempre più strumenti a servizio dei giovani, dell’occupazione e della crescita del sistema produttivo”.

“Isyl è una realtà importante, nata a Viareggio, che oggi fa un ulteriore passo in avanti – commenta il sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro – e che potrebbe a breve avere una sede d’eccezione, insieme ad altri innovativi progetti nazionali e internazionali. Abbiamo infatti proposto alla Provincia e alla Regione, la costituzione di un’apposita Fondazione, dove la Provincia potrà conferire l’immobile dell’ex caserma Mazzini, attualmente in disuso ed in stato di degrado, in modo che Comune e Regione possano partecipare alla sua ristrutturazione: un immobile strategico, nel cuore della città e prospicente il mare. Un edificio storico, che comporta necessariamente una progettazione specifica, concordata con la Soprintendenza di Lucca, da mettere poi a disposizione per la formazione su tutti i mestieri legati alla nautica. La formazione e l’istruzione legate ai saperi del mare, con una industria di settore in costante sviluppo e d’eccellenza, sono fondamentali per il futuro della nostra città: sono certo che da parte di tutti gli Enti interessati non mancherà la consueta collaborazione e potremo dare concretezza a questo nostro progetto”.

“L’incontro di questa mattina – commenta Paolo Benedetti, dirigente del settore formativo e culturale della Provincia e capo di gabinetto – è fondamentale per un ulteriore salto di qualità della formazione in un campo essenziale per la nostra economia come quello della nautica. Creare percorsi formativi che sempre più si modellano sulla reale richiesta del mercato è di grande importanza per dare una prospettiva lavorativa concreta a chi intraprende questo percorso formativo che apre la porta del mondo internazionale della nautica e dello yachting. La collaborazione della Provincia vuole essere sempre più fattiva e lo sarà concretamente: il presidente Menesini, infatti, ha espresso la volontà di mettere a disposizione della formazione delle professioni della nautica, l’immobile della ex caserma dei carabinieri di Viareggio”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.