Logo
Stampa questa pagina

Consorzio, più uomini e mezzi durante le allerte

Ridolfi 2Una maggiore sicurezza idraulica del territorio per fronteggiare i cambiamenti climatici: non solo coi lavori di prevenzione, che il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord realizza attraverso le opere di manutenzione sui corsi d’acqua; ma anche con un numero più corposo di tecnici e operai, in azione durante le fasi di criticità meteorologica. La zona settentrionale della Toscana, come noto, è l’area della regione dove si registra il maggior numero di allerte meteo e bombe d’acqua.

E’ infatti stato siglato un accordo, tra l’amministrazione consortile e le Rsu delle organizzazioni sindacali (Cgil, Cisl e Uil), per potenziare il servizio di reperibilità, assicurato dai tecnici e dalle maestranze del Consorzio durante le allerte meteo: in particolare, in occasione degli eventi in cui la sala operativa della Regione Toscana emette le allerte gialle, arancioni e rosse; ma pure durante le fasi ordinarie (cosiddette verdi).
Grazie all’accordo, l’intero comprensorio e i cittadini da oggi avranno a disposizione una struttura consortile più efficace. L’amministrazione consortile, infatti, al fine di migliorare e potenziare il servizio di reperibilità, metterà a disposizione un maggior numero di personale in caso di allerte: le ormai famose bombe d'acqua. Il Consorzio, inoltre, si impegna ad ampliare e perfezionare il sistema di telecontrollo sugli impianti idrovori. D’ora in avanti, sarà coperto dal servizio di reperibilità del Consorzio anche l’area dell’Alta Versilia: quella di Cardoso e Fornovolasco, che in passato è stata colpita dai ben noti tragici eventi alluvionali
L’importante accordo, prima della sua approvazione, ha registrato il parere positivo, a grandissima maggioranza, dell’assemblea dei dipendenti.
“Dopo un’ampia e articolata fase di confronto, siamo giunti ad un accordo che mira a far crescere l’efficienza e il numero degli uomini sul territorio in caso di allerta meteo – conferma il presidente del Consorzio, Ismaele Ridolfi –. Assicuriamo così un presidio del territorio, attivo 24 ore su 24, sempre a disposizione dei cittadini, delle associazioni e della amministrazioni comunali, in grado in ogni momento di entrare in azione in caso di emergenze prodotte dalle piogge, ma anche capace di assicurare una gestione continuativa dei nostri numerosissimi impianti presenti sul territorio. Come tutti possiamo ormai costatare, stiamo attraversando una fase repentina di cambiamenti climatici: fortissime precipitazioni, concentrate in piccole aree del territorio in una manciata di ore, si alternano spesso a lunghi periodi di siccità. Per questo è necessario assicurare la sicurezza dei cittadini: non solo aumentando le opere di prevenzione sul reticolo, ma anche tramite il potenziamento della reperibilità in caso di allerta. Tutto ciò è possibile attraverso la valorizzazione delle professionalità interne: a cui voglio esprimere il mio apprezzamento per l’impegno assicurato”.

Developed by Note.it.