Menu
RSS

Rifiuti zero, prosegue a Firenze il tour della delegazione tunisina

visita delegazione tunisiaUna delegazione della Tunisia è atterrata a Capannori nella giornata di ieri (17 gennaio) per studiare da vicino la strategia Rifiuti Zero portata avanti dal comune. La visita si inserisce in un progetto di cooperazione internazionale Rep.It che pone al centro l'economia circolare, il riuso e il riciclo dei materiali, le buone pratiche nella raccolta dei rifiuti e che vede rappresentanti tunisini in visita in Toscana in questi giorni.

Leggi tutto...

Impresa Folgore Piano della Rocca: è in semifinale regionale

  • Pubblicato in Sport

Folgore al Gino BozziAlla fine è arrivata l'impresa. La Folgore Piano della Rocca vince clamorosamente al Gino Bozzi di Firenze contro i campioni regionali del San Frediano e va in semifinale regionale.
L'impresa è arrivata, nel modo più rocambolesco e inaspettato possibile, al termine di una partita sconsigliata ai deboli di cuore. La Folgore Piano della Rocca espugna il Gino Bozzi di Firenze vincendo 3-2 e si qualifica (in virtù della regola del valore doppio dei gol segnati in trasferta) per le semifinali del campionato regionale Aics, eliminando i padroni di casa e campioni uscenti del San Frediano Calcio. Dopo aver perso 1-0 in casa all’andata, la squadra borghigiana aveva un solo risultato possibile per passare il turno: la vittoria. Facile a dirsi, meno a farsi al cospetto di una formazione completa in tutti i reparti, fortissima tecnicamente e dotata di una organizzazione di gioco davvero rara da ammirare a questi livelli. Sotto 2-0 a 20 minuti dalla fine, i ragazzi di mister Graziano Solignani sono stati bravi a non mollare, a crederci fino in fondo al contrario dei fiorentini, forse un po’ presuntuosi nel considerare la pratica – qualificazione ormai archiviata.

Leggi tutto...

Treno della memoria, 550 studenti toscani ad Auschwitz

trenodellamemoriaNel centesimo anno di nascita di Primo Levi, lo scrittore di fama mondiale sopravvissuto alla deportazione ad Auschwitz, partirà, il 20 gennaio, dalla stazione centrale di Firenze, l'undicesimo treno della memoria toscano. Il viaggio durerà quattro giorni, fino a giovedi 24 gennaio, quando alle 17 il treno rientrerà alla stazione di Firenze santa Maria Novella e prevede: una visita al campo e al museo di Auschwitz, una alla città e al ghetto di Cracovia, oltre a vari incontri. L'edizione 2019 del treno, realizzata in collaborazione con il museo della deportazione di Prato, sotto l'Alto Patronato del presidente della Repubblica, è stata presentata oggi dalla vicepresidente Monica Barni, da Ugo Caffaz, animatore da sempre del treno della memoria toscano, e da Aurora castellani, presidente de Museo della Deportazione di Prato. Sono passati diciotto anni da quando nel 2002 la Regione Toscana, allora pioniera poi seguita da altri, decise di portare in Polonia gli studenti delle scuole superiori e poi anche dell'Università: per non dimenticare e per capire, per ascoltare dai sopravvissuti e per vedere di persona gli orrori di quello che è stato lo sterminio nazista. Degli ebrei, ma non solo degli ebrei perché tanti erano i presunti diversi e pericolosi invisi al Terzo Reich. Un viaggio preceduto da un lavoro attento e approfondito nelle scuole e con gli insegnanti che inizia ad agosto, con una summer school. Un viaggio-studio dedicato ai giovani, nel contesto anche dell'ampio e diversificato ventaglio di politiche regionali raccolte nel progetto Giovanisì. Un vaccino, con richiami annuali, di fronte al razzismo e agli estremismi.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter