Menu
RSS

Riapre dopo il terremoto la Chiesa di Marlia

021La chiesa principale di Marlia riapre stasera (17 aprile) alle funzioni dopo quasi 15 mesi dalla chiusura decisa dall'intervento dei vigili del fuoco di Lucca all'indomani del terremoto del 25 gennaio del 2013. La causa erano i lesionamenti interni: danni erano stati riportati alle volte che costituiscono la navata principale, la cupola, ai cornicioni longitudinali mentre erano state rilevate anche fessurazioni diffuse alle varie membrature che costituiscono le murature portanti del complesso religioso. Alcuni problemi ancora ci sono, ma la chiesa, grazie ad un primo intervento protettivo ed in attesa della vera e propria cura di consolidamento, è agibile anche se in maniera parziale. 

Leggi tutto...

Lavori Geal, strada chiusa nella notte del 22 aprile

lavori-geal-1Si avvia a conclusione la parte più critica del lavoro di posa della nuova condotta fognaria che Geal, per conto del Comune di Lucca, sta realizzando nella zona di Monte S.Quirico-S.Alessio.
Per permettere l'operazione di posa di questa condotta nel foro realizzato con la tecnica innovativa denominata no-dig, la Provincia ha previsto la chiusura totale al transito del nodo interessato dal cantiere (che tocca due strade di competenza provinciale) nella notte tra il 22 e il 23 aprile prossimi, dalle 22,30 alle 7 della mattina.

Leggi tutto...

Riapre San Giovanni: gli interventi nel dettaglio in chiesa

navata centrale armaturaRiaprirà ufficialmente le sue porte domani (16 aprile) la chiesa di San Giovanni  e Reparata, rimasta chiusa per alcuni mesi a causa di lavori di ristrutturazione. Gli interventi necessari – eseguiti dalla ditta Nannini Costruzioni Srl - sono stati svolti sotto la direzione dell’ingegner Matteo Pierami (facente capo allo studio Dpingegneria). Diversi i ritocchi resisi indispensabili in relazione ad un immobile che, adesso, viene restituito alla città nel suo autentico splendore, ma che già a partire dal terremoto del maggio scorso destò più di una preoccupazione, al punto che lo studio dello stesso Pierami venne scelto per monitorare la situazione. “La struttura che sin da subito ha evidenziato le maggiori sofferenze – evidenzia Pierami – è stata il solaio, il quale divide la parte archeologia da quella ad uso tradizionale. Le prime avvisaglie della presenza di problemi strutturali si sono manifestate mediante l’eccessiva deformazione verticale, che si è palesata tramite diffuse rotture del pavimento in cotto. In occasione di alcune recenti manifestazioni, inoltre, i presenti avevano potuto avvertire le deformazioni eccessive sotto forma di vibrazioni del solaio”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter