Quantcast

Diportisti morosi al porto della Madonnina: “O pagate o ve ne andate”

Il tribunale dà ragione al Comune di Viareggio che chiedeva arretrati e nuovo contratto

Diportisti morosi alla Madonnina, intimazione a pagare. Il tribunale di Lucca ha dato ragione al Comune di Viareggio, che chiedeva il pagamento degli arretrati.

A spiegare la vicenda è il sindaco, Giorgio Del Ghingaro: “Molti di voi – dice – ricorderanno che alcuni anni fa l’amministrazione, attraverso la partecipata Icare, riacquisì i pontili della Madonnina, con la società Viareggio Porto in concordato preventivo, vittima di gestioni diciamo non proprio perfette. Nell’opera di sistemazione degli approdi trovammo in po’ di tutto, in particolare diversi diportisti che non pagavano da anni il posto barca”.

“Ho già raccontato diverse volte quella situazione assurda, vi dico solo com’è finita – dice Del Ghingaro – La stragrande maggioranza si è messa in regola, ha saldato gli arretrati e firmato un nuovo contratto. Un manipolo di irriducibili, si è sempre rifiutato di sistemare le proprie pendenze e inevitabilmente, come spesso accade a Viareggio, si è finiti in tribunale. Tribunale che si è espresso agli inizi di maggio con una sentenza bella chiara.  La sintesi è quella che noi avevamo a suo tempo detto: o pagate e fate un nuovo contratto, come tutti gli altri, o ve ne andate, perchè ora alla Madonnina ci sono delle regole e vanno rispettate. Anche questa vicenda che sa di stantio, di vecchie logiche, di piccoli privilegi è finita, un altra cosa sistemata a Viareggio”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.