Al via un nuovo corso per l’utilizzo del defibrillatore

Organizzato dalla Checchini Cuore Onlus

Secondo corso Bls-D online in diretta facebook gratuito e aperto a tutti del 2021 della Cecchini Cuore Onlus. Si svolgerà il giorno di Befana e sarà tenuto dall’istruttore certificato Fabrizio Bonino e dal dottor Maurizio Cecchini, specialista cardiologo dell’università degli Studi di Pisa, che risponderà a tutte le domande in chat durante l’evento.

“Imparare le manovre per almeno provare a salvare la vita ad un essere umano – spiegano i promotori – colto da morte improvvisa, non può essere impedito a chi non possiede il denaro per partecipare a soliti corsi a pagamento che vengono svolti in giro per l’Italia da chi cerca solo profitto anche da cose di questo genere. In 12 anni la nostra associazione ha formato più di 20.000 persone, tutte in modo gratuito e molti cittadini sono vivi grazie alle poche e banali manovre insegnate durante i nostri corsi. A Pisa 17 esseri umani su 21 interventi, sono sopravvissuti a questo tragico evento grazie alla conoscenza di certe manovre di comuni cittadini, alcuni dei quali non avevano nemmeno assistito a un corso bls-d”.

“Ovviamente tutti loro sapevano benissimo, grazie alla campagna della Cecchini Cuore, che non serve nessun attestato per poter utilizzare un defibrillatore automatico esterno (Dae) in caso di emergenza. E’ la conoscenza che salva le persone; non certo un foglio di carta che in certi ambiti viene richiesto per legge – si spiega ancora -. La morte improvvisa, può colpire tutti. Anche a cuore completamente sano e non tiene assolutamente conto dell’età, del sesso, di chi votate, di che squadra tifate o se ci sono problemi cardiaci pregressi. Molte delle persone decedute erano atleti e quindi persone sanissime e controllate con una certa frequenza. Sapere come muoversi nell’immediatezza, in un centro commerciale, in un campo da calcio, nella piazza del paese e purtroppo, spesso, nella propria abitazione. può fare la differenza fra la vita e la morte di una persona. E’ impensabile che i soccorsi arrivino nel giro di 4/5 minuti, tempo entro il quale, se nessuno fa niente, il paziente è praticamente spacciato. I corsi servono solo a togliere le paure che istintivamente possono sorgere durante un’azione così delicata e tragica. Si impara una volta, specialmente se le spiegazioni sono semplici, e faranno parte per sempre del nostro bagaglio culturale; ovviamente sperando che non servano mai..Da ricordare che molte, se non moltissime, delle 70.000 vittime all’anno per fibrillazione ventricolare nel nostro paese, potrebbero essere salvate da semplici gesti che noi insegnamo fin dalla prima elementare”.

Il corso inizierà alle 15 di domani (6 gennaio) e per partecipare basta entrare nella pagina facebook “quelli del dae” almeno 5/10 minuti prima dell’inizio dell’evento.
https://www.facebook.com/groups/quellideldae
Per qualsiasi informazione: 342-8602303.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.