Fondo di Mutuo Soccorso, in commissione si discute su priorità e funzionamento

Allo studio il regolamento per la gestione che dovrà essere approvato dal Consiglio

Si è riunita oggi (24 aprile) in videoconferenza la commissione consiliare sulle politiche sociali, disabilità e salute per affrontare le modalità di gestione del Fondo di Mutuo Soccorso destinato ad aiutare coloro che più di altri sono messi in difficoltà dalla situazione che stiamo vivendo e sostenere la ripresa delle attività cittadina.

Quello di oggi è stato il primo incontro in videoconferenza: presenti il sindaco Alessandro Tambellini, l’assessora Valeria Giglioli e l’assessore Giovanni Lemucchi. “Il Comune ha costituito un Fondo per il mutuo soccorso per andare incontro ai bisogni della popolazione – spiega il presidente della commissione Pilade Ciardetti – Nell’immediato l’obiettivo è di rispondere alle esigenze più impellenti soprattutto quelle generate dalle nuove povertà, nate anche in seguito agli effetti economici devastanti del coronavirus. Nel medio-lungo periodo, invece, la commissione sociale lavorerà insieme ad altri soggetti con l’obiettivo di sostenere la ripresa delle attività cittadine con interventi più strutturali che dovranno sostenere la ricostruzione del tessuto socio economico della città, con particolare attenzione ai piccoli esercizi e agli operatori economici”.

Il Fondo di mutuo soccorso non dovrà vivere solo attraverso il finanziamento dei grandi donatori (Fondazioni, imprenditori, eccetera), ma anche grazie agli stessi cittadini che potranno effettuare donazioni e partecipare al crowdfunding che a breve sarà lanciato dal Comune di Lucca. Obiettivo dunque è la volontà di ripartire cercando di dare immediata risposta a chi, senza colpa, si sta trovando in questa difficile situazione. Ci sono stati interventi da parte di molti consiglieri (necessità di individuare bene le priorità, partire con una martellante campagna pubblicitaria, creare un’anagrafe aggiornata sulle povertà, riconsiderazione dei parametri Isee, creazione di un coordinamento delle iniziative e delle banche dati con le associazioni): sollecitazioni a cui l’assessora Giglioli ha risposto e su cui l’ufficio sociale sta già lavorando.

Da parte di tutti, inoltre, è stato deciso di dare il massimo contributo affinché lo strumento del Fondo di mutuo soccorso venga valorizzato e promosso in quanto strumento di rinascita cittadina. Nel prossimo incontro, la commissione si concentrerà sulla definizione del regolamento per quanto riguarda l’iniziale gestione del Fondo: un documento che dovrà poi essere presentato al consiglio comunale.

Il sindaco ha poi risposto ad una serie di domande relative alla situazione più strettamente sanitaria. È stata cioè posta l’attenzione sulla necessità di riportare l’ospedale San Luca all’attività ordinaria che attualmente era spostata in altri ospedali e lasciare altresì a Campo di Marte spazi operativi di emergenza. Su questo punto si è inserita anche la consigliera Petretti, che ha parlato dell’importanza crescente della medicina sul territorio per una lotta efficace al coronavirus.

Al termine della commissione è stato deciso all’unanimità, su proposta del presidente Ciardetti, di devolvere al Fondo di Mutuo Soccorso la cifra corrispondente al gettone di presenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.